Piazza della SS. Annunziata.

Piazza della SS. Annunziata.

Giuseppe Zocchi, Piazza della Santissima Annunziata in una stampa settecentesca.

— É di figura rettangolare; occupa una superfìcie di br. 13,447; vi introducono le vie della Sapienza (oggi via Cesari Battisti), de' Servi, degli Spadai, del Rosaio e di S. Sebastiano; e può dirsi che sia delle più vaghe ed ornate della città, perchè sul lato di mezzo-giorno ha la magnifica fabbrica dello Spedale degl'Innocenti; su quello di tramontana l'insigne Basilica dalla quale prende nome; su quello di ponente un edifizio che fu fallo edificare da' Servi di Maria all'Architetto A. da S. Gallo (799), con facciata simile a quella dello Spedale anzidetto che gli è di faccia; sul lato di mezzo-giorno il grazioso palazzo Riccardi; e finalmente perchè la sua area è decorata di due bellissime Fontane di marmo e bronzo, di Pietro Tacca (800), e della statua equestre del G. Duca Ferdinando I eseguita da G. Bologna negli ultimi quattro anni della sua vita, con la fusione — De' metalli rapili al fiero Trace — conforme sta scritto nella cigna che fascia il corpo del cavallo. Questo verso, parto della mente dell'erudito G. Villifranchi, vi fu inciso per tramandare ai posteri la memoria delle vittorie riportale dai Cavalieri di S. Stefano su i pirati che infestavano il Mediterraneo.

Stampa di fine Ottocento, di una delle due fontana del Tacca.

— La base fu posteriormente fatta adornare dal G. D. Ferdinando II con una iscrizione, e con l'impresa delle Api portante il motto: — Majestate tantum — per significare la natural clemenza dell'Avo.
— La statua ed il cavallo furono situati al posto nel Dicembre 1608 (4 mesi dopo la morie di Giovan Bologna); costò L. 49,926. 13. 4 , ma non riuscì di quella perfezione e bellezza delle altre opere di quell'insigne scultore, forse per cagione dell'avanzatissima età di oltre 80 anni, nella quale la condusse (801).

 

(799) Vasari , pag. 497.
(800) Furono fatte per il Porto di Livorno , ma forse perchè riuscirono sommamente belle si collocarono in questo luogo l'anno 1643. — Baldinucci , T. XII , p. 162. — Firenze Ant. e Mod. T. II, pag. 291.
(801) Baldinucci, t. VII , p. 17.

Federico Fantozzi, Nuova guida ovvero descrizione storico artistico critica della città e contorni di Firenze, Firenze, Giuseppe e fratelli Ducci, 1842.​

 


 

Altri articoli
I Teatri Fiorentini
I Teatri Fiorentini

La magia dei teatri fiorentini: un viaggio tra storia, arte e emozioni

Ponti di Firenze, i più antichi
Ponti di Firenze, i più antichi

I ponti di Firenze oltrepassano il fiume Arno ed ebbero un carattere più popolare

Ponte alle Grazie
Ponte alle Grazie

Le casette vennero demolite durante i lavori di ampliamento dato il grande aumento del traffico cittadino anche per far passare il tram.

Alle Cascine con Yorick figlio di Yorick
Alle Cascine con Yorick figlio di Yorick

Le coppie innamorate ciarlano, ridono, saltano, si fuggono, si ritrovano e spariscono nel folto dei boschetti.