Monte Ceceri e Leonardo da Vinci

Monte Ceceri e Leonardo
Trasformò il Sogno in Realtà.
Il Parco di Montececeri è noto per essere stato il luogo scelto da Leonardo da Vinci nel 1506 per il collaudo della sua Macchina del Volo, un progetto pionieristico nel campo dell'aviazione. La Macchina consisteva in un telaio di legno con ali rivestite di seta, e il pilota si sarebbe posizionato a faccia in giù su una tavola al centro, pedalando una manovella per far muovere le ali. Tommaso Masini, noto anche come Zoroastro da Peretola (1), fu incaricato di sperimentare la Macchina. Durante il collaudo, la Macchina riuscì a planare per circa mille metri e atterrò nella località di Camerata.
Contrariamente a quanto scritto da Merejkowski (2) in un romanzo su Leonardo, non è vero che Tommaso si sarebbe rotto le gambe durante l'atterraggio. Questo primo volo umano con successo è stato tentato e realizzato con successo proprio da Montececeri. Leonardo annotò la profezia del volo dal "Monte del Cigno" nella terza di coperta del suo Codice sul volo degli uccelli, affermando che il primo grande uccello avrebbe compiuto il primo volo lanciandosi dalla cima di Montececeri, suscitando stupore nell'universo e ottenendo grande fama, donando eterna gloria al luogo in cui fu concepito. Nel parco, è presente una stele di pietra serena che riporta l'epigrafe di Leonardo sull'esperimento, come memoria di questo evento memorabile (piazzale Leonardo).


(1) Tommaso Masini da Peretola, noto anche con lo pseudonimo di Zoroastro (Peretola, 1462 circa – Roma, 1532 circa), fu un amico e collaboratore di Leonardo Da Vinci, vissuto a cavallo tra il XV secolo e il XVI secolo.
(2) Dmitrij Sergeevi Merejkowski (San Pietroburgo, 14 agosto 1865 – Parigi, 9 dicembre 1941) è stato uno scrittore russo.



 

Altri articoli
Le Gualchiere di Remole e una supplica
Le Gualchiere di Remole e una supplica

Le Gualchiere di Remole erano un importante opificio medievale appartenuto alla potente famiglia fiorentina degli Albizi.

Kaffeehaus di Boboli
Kaffeehaus di Boboli

Le Gallerie degli Uffizi si preparano a offrire specialità toscane e austriache nel Giardino di Boboli.

Ponti di Firenze, i più antichi
Ponti di Firenze, i più antichi

I ponti di Firenze oltrepassano il fiume Arno ed ebbero un carattere più popolare

Il Vecchio Centro secondo Jarro
Il Vecchio Centro secondo Jarro

Uno scrittore pagato dai potenti dell'epoca oppure un uomo che ha dedicato il suo tempo ai meno fortunati?