08 Ottobre 2022 · 328 Views

Mezuzah, approfondimento

Mezuzah
Approfondimenti sulla visita guidata alla Sinagoga di Firenze
 
 
Questo piccolo oggetto (fig. 1) viene posto sullo stipite destro delle porte, rispetto a chi entra, a due terzi dell’altezza (Fig.2). Sulla sua superficie, che può essere di qualsiasi colore, forma e materiale, viene a volte iscritta la lettera ש (scin) o l’intera parola שדי (sciaddai) che significa “Onnipotente”. È un precetto scritto nella Torah (1) che, ancora oggi viene rispettato.

 
Mezuzah, piccola spiegazione di #ConosciFirenze.it

Fig 1, la Mezuzah e lo Shemah

 
Al suo interno viene inserita una pergamena scritta in ebraico in cui è riportato un passo della Torah che si chiama Shemah (2):
Deuteronomio 6, 4-9:
“Ascolta, Israele, il Signore, Iddio Nostro, è l'unico Dio. Amerai dunque il Signore, Iddio tuo, con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutte le tue forze. E questi Comandamenti, che oggi ti dono, rimangano ben impressi nel tuo cuore, insegnali ai tuoi figli, parlane loro e quando te ne stai in casa tua, e quando cammini per via, e quando ti corichi, e quando ti alzi. Legali come segnale alla tua mano e ti siano frontali fra i tuoi occhi; scrivili sugli stipiti della tua casa e sopra le tue porte”.

 
Approfondimenti sulla visita guidata alla Sinagoga di Firenze con Con Conosci Firenze

Fig. 2

 
 
(1) Termine biblico che designa la dottrina impartita dai genitori ai figli, dai saggi agli ignoranti, dal sacerdote e dal maestro al popolo e da Dio agli uomini mediante i profeti. Per antonomasia, la dottrina religiosa che la Bibbia espone come impartita da Mosè al popolo d’Israele e che si raccoglie nel Pentateuco, chiamato appunto dagli Ebrei Tōrāh, e più specificamente la Torah scritta, per distinguerla dalla Torah orale, che indica la tradizione rabbinica di interpretazione del testo sacro. (fonte Treccani)
(2) Shĕma‛ Preghiera ebraica che prende nome dalla prima parola («ascolta») del primo dei tre passi biblici che la compongono (Deuteronomio 6, 4-9; 11, 13-21; Numeri 15, 37-41). Viene recitata quotidianamente nella preghiera del mattino e della sera, preceduta e seguita da benedizioni, e al momento di coricarsi. L’inizio è la massima espressione della fede ebraica nell’unità divina.
 

Schegge di storia


Breve storia di un “carcere moderno”


Il carcere delle Stinche era l'antico carcere di Firenze, situato in via Ghibellina, più o meno sul sito dell'attuale teatro Verdi.

Leggi ora!

Patagonia Express


Non sono Sepùlveda, e non ho la “Moleskine” di Bruce Chatwin. Ma ci provo lo stesso a tracciare un itinerario comunque perfettibile- nonché...

Leggi ora!

Sesso sfrenato o prurito da grattare?


Sant'Agostino (354-430), scriveva: "Togli le prostitute dal mondo e ogni cosa sarà travolta dalla libidine".

Leggi ora!

Pillola di storia: Calcio in costume


Il Calcio in Costume da molti è considerato come il padre del gioco del calcio, anche se almeno nei fondamentali ricorda molto più il rugby

Leggi ora!

Visite guidate

Urban Trekking. Passeggiata da Piazza Santa Croce fino a San Miniato passando dal Piazzale...
Il Museo Archeologico di Firenze ci permette di provare a svelare alcuni aspetti degli etruschi e...
isiteremo la grande mostra del maestro dei paradossi prospettici e la storia dello Spedale degli...
“la bellezza e la magnificenza di questo luogo non possono essere minutamente descritte”.