La Sposa di Michelangelo

Santa Maria Novella
La "Sposa" di Michelangelo

 

Chiesa di Santa Maria Novella a Firenze

 

La chiesa di S. Maria Novella, nella piazza omonima, chiamata da Michelangelo La Sposa, venne progettata da due conversi domenicani Fra Ristori e Fra Sisto nel 1307, la parte orientale venne finita da Fra Borghese e da Albertino Mazzanti. Fra Giovanni Bracchetti da Campi nel 1349  costruì l'interno e Jacopo Talenti di Nipozzano la termina nel 1357.

Sull'origine di questa magnifica chiesa cose discorre Gaetano Milanesi (1) nei commenti alle Vite del Vasari:

Fra Sisto e Fra Ristoro, entrambi monaci domenicani, furono gli architetti responsabili per il disegno della chiesa di Santa Maria Novella. Si ritiene che siano nati tra il 1225 e il 1230. Non si conosce con certezza chi siano stati i loro maestri, ma è un errore credere che siano stati discepoli o imitatori di Arnolfo di Cambio, poiché erano molto più anziani di lui.

Intorno al 1260, furono invitati dalla Repubblica Fiorentina a completare il Palazzo del Podestà, noto oggi come il Bargello, non il Palazzo Vecchio eretto da Arnolfo molti anni dopo. Inoltre, parteciparono alla ricostruzione dei pilastri del Ponte alla Carraia, danneggiati dalla piena dell'Arno del 1° ottobre 1269.

Alcuni attribuiscono a loro la progettazione del Ponte Santa Trinità, ma non ci sono prove sufficienti per confermare questa affermazione, così come non ci sono prove sufficienti per attribuire loro la piccola chiesa di San Remigio a Firenze.

Il finanziere Aldobrandino Cavalcanti aveva donato ingenti somme per la costruzione della nuova chiesa di Santa Maria Novella, ma dopo la sua morte, fu il cardinale legato latino Malabranca degli Orsini, anche lui domenicano, a guidare i lavori a partire dall'18 ottobre 1279.

Dopo aver diretto la costruzione di Santa Maria Novella per alcuni mesi, Fra Sisto e Fra Ristoro furono invitati a Roma dal Papa Niccolò III per lavorare nei lavori del Vaticano, dove realizzarono un atrio o cortile. Si ritiene che abbiano anche progettato e diretto i lavori della magnifica chiesa di Santa Maria sopra Minerva a Roma, connotata dalla somiglianza stilistica con Santa Maria Novella.

Fra Ristoro tornò a Firenze e morì nel 1288, mentre Fra Sisto rimase a Roma e morì nel marzo del 1289.

Successivamente, la direzione della fabbrica di Santa Maria Novella fu assunta da due altri abili architetti toscani, entrambi monaci domenicani del medesimo convento: Fra Giovanni da Campi e Fra Iacopo Talenti. Fra Giovanni da Campi nacque intorno al 1280, mentre Fra Iacopo Talenti nacque alcuni anni dopo, nel castello di Nipozzano nella diocesi di Fiesole. Si ritiene che Fra Giovanni abbia iniziato a dirigere la fabbrica di Santa Maria Novella nel 1319 e che abbia progettato il campanile della chiesa.

(1) Gaetano Milanesi (Siena, 9 settembre 1813 - Firenze, 11 marzo 1895) è stato uno storico dell'arte italiano.

 

Altri articoli
Abbazia dei Santi Salvatore e Lorenzo
Abbazia dei Santi Salvatore e Lorenzo

L'abbazia di San Salvatore e San Lorenzo, chiamata anche Badia a Settimo, si trova nei dintorni di Firenze, nel comune di Scandicci.

Chiesa e Convento di S. Domenico di Fiesole
Chiesa e Convento di S. Domenico di Fiesole

Vi visse anche Beato Angelico, il quale dipinse la pala dell'altare maggiore della chiesa, oggi nella prima cappella a sinistra.

Chiesa di San Martino a Maiano
Chiesa di San Martino a Maiano

La chiesa risale all'XI secolo e faceva parte di un monastero delle Benedettine.

Chiesa di Sant'Andrea
Chiesa di Sant'Andrea

Chiesa del IX sec. a Firenze, legata a storia e arte, distrutta nel 1889 per il nuovo urbanismo, era nelle vicinanze di piazza della Repubblica.