19 Marzo 2019 · 2232 Views

Acquasantiera dalla Collegiata di Empoli

Acquasantiera marmorea del XVI secolo
Mino da Fiesole (Poppi, agosto 1429 – Firenze, 11 luglio 1484)
Visita guidata alla Collegiata di Empoli

 
 
Acquasantiera

Molto originale nella sua decorazione, più che nella forma, del resto comune al XVI secolo, è la pila dell’acqua benedetta eseguita dall’artista fiorentino Battista di Donato Benti e posta nella Pieve da Giovanni di Andrea Zucherini empolese, il 16 giugno 1557. Lo scultore trascinato dall’ esuberante imaginativa, va alla ricerca dello strano e del fantastico intessendovi qualche impressione del vero.



Particolare della base

I fianchi della base sono rivestiti da teste di leone con due ali terminanti in meandri e una robusta zampa ferina, poi vediamo una sirena a due code serpentine sopra un ghignante mascherone, e una donna che tiene l’unicorno. La spigliata modellatura è compenetrata dalle idee più stravaganti anche sul fusto della pila, così dalle cave orbite di un cranio di cane escono festoni di frutta con sopra un uccello che dà l’imbeccata ai piccoli ed un altro, che con un movimento ugualmente naturale, si pulisce le penne dell’ala; sul fondo del vaso vi sono tre pesci scolpiti, quasi nuotanti nell’acqua benedetta che una volta conteneva.

 


Credo si riferisca a questo interessante artista il seguente ricordo: 1548. —- «A Bap.a scalpellino lire 1-10 soldi per conto della Pila di Sacrestia». Un’altra pila dell’acqua benedetta si trova nel transetto di sinistra della chiesa e fu fatta eseguire nel 1492 dal canonico Bindo di Antonio come si rileva dalla iscrizione:
 
D. BINDYS. ANTONII. HIC.
CANONICYS. AC. ECCLESIE 
FLORENTINE. CAPPELLANVS 
FECIT. AD. MCCCCLXXXXII.

Arte


Cesare Ciani


A cavallo dei due secoli, la sua pittura è intensamente vitalista.

Leggi ora!

Fra Paolino da Pistoia


Artisticamente si forma nella bottega del padre Bernardino del Signoraccio, pittore la cui opera risente dello stile del Perugino, stile che si ripercuote...

Leggi ora!

La Venere Italica


L’opera fu realizzata coma compensazione per il trasferimento in Francia della Venere de' Medici, rastrellata dai napoleonici.

Leggi ora!

L'Adorazione del Bambino di Annalena di Filippo Lippi


La tavola venne dipinta, secondo la descrizione di Vasari, per il convento di Annalena a Firenze ed è conservata nel museo dal 1919.

Leggi ora!

Visite guidate

Una lunga passeggiata a piedi adatta a tutti coloro che amano camminare, stare all'aria aperta ma...
Visita guidata al cimitero detto delle Porte Sante situato sul colle di San Miniato al Monte.
Una domenica a palazzo. La prima dimora dei Medici. La residenza medicea di via Larga nasconde...
Vi racconteremo aneddoti di vari detenuti che hanno vissuto in queste carceri e ci hanno portato...