Parco di Pratolino

Una bellezza senza tempo: un viaggio tra arte e natura


Il luogo dell'incontro: comunicato con email e sms
- Ingresso al giardino: gratuito
 

 

Trascorrere qualche ora al Parco di Pratolino e rilassarsi nella bellezza della natura.

il Parco di Pratolino è un vero e proprio tesoro nascosto a pochi chilometri da Firenze, una meta che merita di essere scoperta e visitata ovviamnte con Conosci Firenze per ammirare la bellezza delle sue opere d'arte, la magnificenza della natura circostante e per immergersi nella storia e nella cultura di questo luogo magico.
Il Parco è una meravigliosa e antica tenuta situata a pochi chilometri dal centro di Firenze, immersa in un ambiente naturale mozzafiato. Questo luogo è stato creato durante il periodo rinascimentale ed è stato ampliato e arricchito nel corso dei secoli. Oggi, il parco è una preziosa testimonianza del passato e una vera e propria oasi di pace e tranquillità.
Al suo interno, si possono ammirare numerose opere d'arte, tra cui la statua del Colosso dell'Appennino del Giambologna, la Cappella del Buontalenti, la Grotta di Cupido del Buontalenti e la Fonte del Mugnone.

Un po' di storia
Nel 1568, Francesco I de' Medici comprò Pratolino e iniziò a trasformarlo in un parco moderno con l'aiuto di Bernardo Buontalenti e altri artisti. Il parco era pieno di sorprese, come organi idraulici, teatrini di automi, e macchine che imitavano il canto degli uccelli. Pratolino divenne molto famoso e molti artisti vennero a visitarlo e a riprodurne le idee.
Ma alla fine del XVIII secolo, per risparmiare denaro, il granduca Pietro Leopoldo sospese i lavori di manutenzione e molte delle sculture furono portate nel giardino di Boboli. Nel 1814, Ferdinando III cercò di ripristinare Pratolino, ma non riuscì a completare la costruzione della villa neoclassica a causa della sua morte nel 1824.

Quando saranno le prossime date?
09/06/2024
Ore 10:30 - 13 Posti Disponibili Prenota
Quanto costa?
Richiedi Informazioni per questa visita
Codice Captcha

Non vedi l'immagine? clicca qui


Potrebbe interessarti anche...

Gita in barchetto sull'Arno
Osservatorio Ximeniano
Cimitero degli Inglesi