Il Santo Senza Testa: San Miniato, la Storia e la Chiesa

Quando saranno le prossime date?


  • 23-06-2019 inizio ore 15:00 Posti Liberi: 12   Prenota
  • 21-07-2019 inizio ore 10:00 Posti Liberi: 12   Prenota
  • 25-08-2019 inizio ore 10:30 Posti Liberi: 12   Prenota

Prenota questa visita cliccando qui!

Quanto costa?


Il pagamento per questa visita è: Anticipato con carta di credito


La percentuale di sconto prevista in caso di prenotazione effettuata da un associato è del 43.00% sul compenso associazione Maggiori Informazioni
 AdultiBambini
5-9 Anni
Ragazzi
10-17
Compenso Associazione € 8.00 € 2.00 ( * ) € 4.00
Servizi Accessori
Guida/Coordinamento € 7.00 € 3.00 (*) € 4.00
Totale Singolo: € 15.00 € 5.00 € 8.00
( * ): 1 Gratis ogni Adulto Pagante
(Escluso eventuale biglietto di ingresso o servizi aggiuntivi ove non indicato nei dettagli della visita)

Costo Visita Guidata: 
15 euro a persona
8 euro ragazza/o da 10 a 17 anni

Costo Bambino/a da 5 a 9 Anni:
5 € (Gratis: 1 per ogni adulto pagante)
Numero minimo di partecipanti: 5

Durata Visita:
1 ora
L'incontro con la guida sarà comunicato:

Sms e email


 
San Miniato, la Storia e la Chiesa
La storia del Santo senza testa

 
La Basilica di San Miniato al Monte è una delle Chiese più antiche della città.
Si dice che sia stata fondata sulle reliquie di San Miniato, uno dei primi martiri della città, convertitosi al cristianesimo e decapitato nel 250 d.C  in quello che era l’anfiteatro romano. 
La leggenda vuole che Miniato si rialzò e, con la sua stessa testa sotto braccio, andò a morire proprio nel luogo dove oggi sorge la Basilica dedicata a lui.  
La Chiesa fu consacrata nel 1018 ed è in stile romanico: pianta longitudinale, tre navate e tre livelli, inclusi il livello della cripta ribassato e quello sopraelevato del presbiterio.


 
Visita Guidata San Miniato al Monte, Serena Savelli

 
Dal 1288  circa fu l’arte di Calimala ad occuparsi del mantenimento della Chiesa e probabilmente si occupò anche della conclusione della facciata, sulla quale possiamo vedere l’aquila con il torsello (simbolo proprio dell’arte di Calimala).
L’interno della Chiesa colpisce per i mosaici del catino absidale, per il bellissimo pavimento intarsiato risalente al 1207 e per le bellissime cappelle che furono aggiunte nel corso dei secoli.
Tra queste è imperdibile la Cappella del Cardinale del Portogallo, una delle maggiori opere del rinascimento fiorentino, alla quale hanno lavorato artisti quali Luca della Robbia, Antonio Rossellino e il Pollaiolo.
Oltre a questo, l’esterno della Basilica offre anche un panorama mozzafiato su tutta la città di Firenze. Un motivo in più per visitare San Miniato

 

Visite guidate

Caccia al tesoro...addio al nubilato e celibato. Anche nelle calde sere, da maggio a settembre,...
APERTURA STRAORDINARIA. L'edificio fu trasformato in villa e gli "orti" lungo la collina di...
Ondeggia con i barchetti dei Renaioli partendo dal Palazzo della Borsa per poi passare davanti agli...
Questa visita vi porterà alla scoperta dei reperti ospitati in questo bellissimo museo che è il...