Il Santo Senza Testa: San Miniato, la Storia e la Chiesa

Quando saranno le prossime date?


  • 26-01-2019 inizio ore 11:00 ( Posti non disponibili )
  • 16-02-2019 inizio ore 15:00 Posti Liberi: 1   Prenota Ultimi Posti
  • 02-03-2019 inizio ore 11:00 Posti Liberi: 9   Prenota
  • 06-04-2019 inizio ore 11:00 Posti Liberi: 12   Prenota

Prenota questa visita cliccando qui!

Quanto costa?


Il pagamento per questa visita è: Anticipato con carta di credito


La percentuale di sconto prevista in caso di prenotazione effettuata da un associato è del 43.00% sul compenso associazione Maggiori Informazioni
 AdultiBambini
5-9 Anni
Ragazzi
10-17
Compenso Associazione € 7.00 € 2.00 ( * ) € 2.00
Servizi Accessori
Coordinamento € 2.00 € 0.00 (*) € 2.00
Guida € 6.00 € 3.00 (*) € 4.00
Totale Singolo: € 15.00 € 5.00 € 8.00
( * ): 1 Gratis ogni Adulto Pagante
(Escluso eventuale biglietto di ingresso o servizi aggiuntivi ove non indicato nei dettagli della visita)

Costo Visita Guidata: 
15 euro a persona
8 euro ragazza/o da 10 a 17 anni

Costo Bambino/a da 5 a 9 Anni: 5 € a persona (Gratis: 1 per ogni adulto pagante)
Numero minimo di partecipanti: 5

Altre forme di pagamento: 
amministrazione@conoscifirenze.it

Durata Visita:
1 ora
L'incontro con la guida sarà comunicato:

Sms e email



 
San Miniato, la Storia e la Chiesa
La storia del Santo senza testa

 
La Basilica di San Miniato al Monte è una delle Chiese più antiche della città.
Si dice che sia stata fondata sulle reliquie di San Miniato, uno dei primi martiri della città, convertitosi al cristianesimo e decapitato nel 250 d.C  in quello che era l’anfiteatro romano. 
La leggenda vuole che Miniato si rialzò e, con la sua stessa testa sotto braccio, andò a morire proprio nel luogo dove oggi sorge la Basilica dedicata a lui.  
La Chiesa fu consacrata nel 1018 ed è in stile romanico: pianta longitudinale, tre navate e tre livelli, inclusi il livello della cripta ribassato e quello sopraelevato del presbiterio.


 
Visita Guidata San Miniato al Monte, Serena Savelli
 
Dal 1288  circa fu l’arte di Calimala ad occuparsi del mantenimento della Chiesa e probabilmente si occupò anche della conclusione della facciata, sulla quale possiamo vedere l’aquila con il torsello (simbolo proprio dell’arte di Calimala).
L’interno della Chiesa colpisce per i mosaici del catino absidale, per il bellissimo pavimento intarsiato risalente al 1207 e per le bellissime cappelle che furono aggiunte nel corso dei secoli.
Tra queste è imperdibile la Cappella del Cardinale del Portogallo, una delle maggiori opere del rinascimento fiorentino, alla quale hanno lavorato artisti quali Luca della Robbia, Antonio Rossellino e il Pollaiolo.
Oltre a questo, l’esterno della Basilica offre anche un panorama mozzafiato su tutta la città di Firenze. Un motivo in più per visitare San Miniato

Visite guidate

alle terrazze esterne del Duomo per la "passeggiata" a trentadue metri di altezza per regalare agli...
Visita con noi Villa Medicea di Poggio a Caiano, scandali, morti misteriosi, incidenti fatali e...
In occasione dei festeggiamenti dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, vi proponiamo questa...
Con questo tour vogliamo riproporre le tappe di quella terribile giornata, il giorno, appunto,...