Cimitero degli Inglesi o Isola dei Morti

Quando saranno le prossime date?


  • 16-11-2020 inizio ore 10:00 Posti Liberi: 10   Prenota

Prenota questa visita cliccando qui!

Quanto costa?


Il pagamento per questa visita è: Anticipato con carta di credito


 AdultiBambini
5-9 Anni
Ragazzi
10-17
Visita Guidata € 15.00 € 5.00 ( * ) € 8.00
Totale Singolo: € 15.00 € 5.00 € 8.00
( * ): 1 Gratis ogni Adulto Pagante

Il cimitero chiede 3 euro a partecipante,adulto o minore, da dare in loco. NON INCLUSO NEL COSTO DELLA VISITA GUIDATA.

Il Cimitero è sempre chiuso il fine settimana.
Costo Visita Guidata: 
15 euro a persona
8,00 euro da 10 a 17 anni 

5 euro da 5 a 9 Anni: 5 € a persona 
(Gratis: 1 per ogni adulto pagante)

Numero minimo di partecipanti: 5
Durata Visita:
75 minuti circa.
Il luogo dell'incontro:
comunicato con email e sms


Visita guidata: “L’isola dei morti”
ovvero il Cimitero Protestante detto “degli Inglesi”


 
Ingresso del Cimitero al Piazzale Donatello


 
Le circa mille e quattrocento sepolture settecento appartengono a protestanti, anglicani, ortodossi, massoni, atei. Sono qui stati accolti, bambini nati morti, suicidi, poveri, servi, schiavi, domestici, borghesi, nobili, esuli, debitori, coppie di razza mista, tubercolotici e molti altri ancora. 
Qui è sepolta la schiava negra Nadezhda De Santis, il suo vero nome era Kalima, arrivata a Firenze appena quattordicenne e morta appena trentenne. Molte di queste tombe testimoniano il grande affetto e rispetto di padrone e padrona nei confronti dei servi che vivevano sotto il loro stesso tetto. 

Questa visita ci permetterà di conoscere un luogo che potremo definire "unico al mondo". Conosceremo i grandi personaggi che hanno caratterizzato la Firenze dell'Ottocento: la poetessa Elisabeth Barrett Browning, Giampietro Viessuex, il filosofo Sismonsi, lo storico Davidsohn. Fiorentini blasonati come Giulia Guicciardini e suo fratello Piero. 
Questo luogo è un archivio in marmo per la storia dell’Italia, dell’Inghilterra, dell’Europa e del mondo intero. 
È sempre il Cimitero degli Inglesi ad aver ispirato L'Isola dei Morti, il celeberrimo dipinto di Arnold Bocklin. Tra il 1880 e il 1886, il pittore svizzero - che vi ha sepolto la figlioletta di appena 6 mesi - è riuscito a farne ben 5 copie. Il capolavoro romantico è stato poi ripreso da artisti come Dalì, De Chirico, Rachmaninov e, più recentemente, anche da H. R. Giger, l'autore delle scenografie di Alien. Questo quadro era l'ossesione di Freud, Lenin e Adolf Hitler, che arrivò a comprarne la terza copia.​
Vi aspettiamo.


 



 

Visite guidate

Visita guidata al cimitero detto delle Porte Sante situato sul colle di San Miniato al Monte.
Due visite guidate, la prima alla Galleria degli Uffizi e il giorno dopo Galleria Palatina a...
Questo webinair (lezione online) sarà un viaggio alla scoperta di uno dei luoghi più panoramici,...
Un percorso nell’arte di colui che ha conferito umanità ai Santi avvicinandoli agli uomini...