Borgo di Poggio ai Frati

Il misterioso borgo di Poggio ai Frati in provincia di Siena.


Esplora il fascino enigmatico di Poggio ai Frati, un antico borgo situato nei pressi delle Ville di Corsano, nelle terre intrise di misteri e storia di Siena. Questo "borgo fantasma" ha una storia incerta che risale al passato ottocentesco, quando il castello difensivo fu trasformato in dimore contadine e signorili. Originariamente di proprietà della famiglia Marsili, il borgo è rimasto abitato fino al 2004, trasportandoti indietro nel tempo attraverso le sue mura.
Scopri la storia della torre, eretta su uno zoccolo, che rievoca i giorni della Guerra di Siena del 1554-1555. Conquistato dalle truppe imperiali nel luglio del 1554, il castello subì assalti, prigionie e saccheggi. Alessandro Sozzini (1), nel suo "Diario delle cose avvenute in Siena dai 20 luglio 1550 ai 28 giugno 1555", documenta la storia militare del luogo. Tuttavia, il complesso, forse del Duecento, aveva già una sua storia, con castello, torri e fossato, abitato da una comunità numerosa e presidiato da soldati.

Le origini del nome "Poggio ai Frati" sono avvolte nel mistero, suggerendo un presunto "convento" di espiazione. Questo luogo non solo serviva come centro di preghiera, ma era anche destinato ai religiosi più "temibili". Secondo la tradizione orale, dopo la soppressione del castello, gli spiriti dei frati manifestavano la loro collera con ululati nelle notti ventose, apparendo come nuvole umanoidi o fluttuando in una trasparenza spettrale.
La leggenda racconta di un organo che suonava da solo e di incontri paranormali, come quello di un uomo che, incredulo, passò la notte tra gli spettri emergendo all'alba con i capelli completamente bianchi dopo un incontro con un monaco incappucciato dal teschio visibile. Il nome "Poggio ai Frati" rivela così le tracce di un passato carico di enigmi e presenze ultraterrene.
Con la sua storia avvolta nel mistero, il borgo di Poggio ai Frati continua ad affascinare e ad ispirare leggende e storie paranormali, rendendolo un luogo affascinante per chi è interessato alla storia e al sovrannaturale. Scopri i segreti nascosti di questo borgo unico, dove ogni pietra racconta una storia di epoche passate.

(1) Alessandro Sozzini, nato a Siena il 6 gennaio 1518, fu una figura di spicco nel panorama giuridico e culturale del suo tempo. Appartenente a una famiglia di celebri giuristi, Alessandro era il primogenito di Mariano di Alessandro e Camilla Salvetti.


Altri articoli
Abbazia di San Galgano
Abbazia di San Galgano

L'Abbazia come testimone di un'epoca passata. Un'emozione visitarla.

Borgo di Poggio ai Frati
Borgo di Poggio ai Frati

Il nome suggerisce un presunto convento di espiazione, con leggende di spiriti e incontri paranormali.

La Cappella e la spada nella roccia
La Cappella e la spada nella roccia

Al centro della rotonda spunta il masso in cui, secondo la tradizione, San Galgano infisse la spada.

Il Magnifico Pandolfo Petrucci
Il Magnifico Pandolfo Petrucci

Pandolfo Petrucci: l'astuto signore di Siena che trasformò la città in una potenza rinascimentale attraverso intrighi e alleanze.