21 Dicembre 2020 · 1979 Views

Piazza della Croce al Trebbio

Piazza della Croce al Trebbio

Tratto da Federigo Fantozzi, La Nuova Guida, Per Gius. e Fratelli Ducci, Firenze, 1857

"È cosi impropriamente chiamato il punto ove congiungendosi le vie del Trebbio, del Trotto dell'Asino, delle Belle Donne, del chiasso Cornino e degli Armatoli, formano uno slargamento irregolare nel di cui centro sorge una Colonna di granito, sostenente una Croce di marmo bianco ornata di bassorilievi. L'altezza della Colonna compreso il basamento circolare di pietra e la croce, è di
br. 11 e mezzo; e di un diametro e due terzi circa quella del suo Capitello. Esso è ornato nella parte inferiore di foglie d'acanto, e nella superiore coi simboli degli Evangelisti i quali stanno in luogo dei soliti caulicoli.
— Questa colonna vuolsi eseguita da Gio. Pisano nel 1308, e qui inalzata in luogo di quella che i Santi Ambrogio e Zanobi (1055) vi fecero erigere molto tempo innanzi per conservare la memoria del luogo ove la Sacra milizia istituita da S. Pier Martire, circa la metà del secolo XIII, riportò segnalata e decisiva vittoria sopra gli eretici Paterini, così detti da Filippo Paternon che nel 1212 si fece capo e propagatore in Firenze di questa setta, tendente a scotere la soggezione della Chiesa e dei Principi. — Varie sono poi le opinioni degli eruditi sulla etimologia della voce Trebbio, ma la più ricevuta è quella di mons. Borghini che la crede derivata dalla voce Tribo, o Tribus, nome che davasi dai Romani a quel quartiere della città ove si faceva la rassegna dei cittadini per distinguerne le condizioni e le famiglie. Non così peraltro fu ricevuta l'altra opinione, dal medesimo chiarissimo scrittore manifestata, che qui esistesse l'antico Teatro, perchè non sembrò coadiuvata da sufficienti autorità o da argomentazioni bastantemente solide."


 


 

Toponomastica


Toponomastica: Via Dante Alighieri


L’amministrazione comunale nel 1880 del sindaco Tommaso Corsini, decise invece una strada anche se in apparenza più modesta, ma piena di memorie storiche

Leggi ora!

Toponomastica: Piazza Santa Croce


La prima denominazione della Chiesa di Santa Croce si trova in uno scritto di Gregorio IX, amico di Francesco che prima di essere Papa era il cardinale...

Leggi ora!

Via delle Oche


La strada segue il tracciato di un decumano minore della città romana e "all'inizio della via si trovava una volta la porticciola del primo cerchio delle...

Leggi ora!

Toponomastica: Ponte a Ema


Umberto Eco, parafrasando Samuel Johnson , scrisse una volta che “la letteratura locale e la memorialistica sono l'ultimo rifugio delle canaglie”

Leggi ora!

Visite guidate

Camminata per le strade del centro per conoscere il Meretricio di Stato. Dove, come viveva e doveva...
Racconteremo storie di omicidi e di fantasmi che ancora oggi sembrano infestare molti palazzi.
Ona, ona, ona ma che bella rificolona la mia l’è co’ fiocchi, la tua l’è co’ pidocchi...
Visita con noi le sale affrescate granducali ed il soffitto squisitamente dorato e il dipinto del...