12 Febbraio 2015 · 11431 Views

Giuseppe Conti racconta: Borgo la Croce

Giuseppe Conti racconta "Borgo la Croce"

Giuseppe Conti racconta

Bella ed elegante immagine del 1900/20 di Borgo la Croce, molta differenza rispetto a quella che è diventata negli ultimi anni, anche a scapito di una chiesa come Sant'Ambrogio, insomma fuori dalle mete turistiche poco intelligenti.
Ma come era questa via alla metà dell'ottocento? 
"Quivi erano alcune casette di povera gente, per le quali lo sterrato del vicolo teneva luogo di sala, e di qualche cosa di peggio. Di più c'era una concia, una fabbrica di candele di sego ed una stalla, dove si rimettevan le bufale in giorno di mercato. Passar da quel vicolo e non rimanere ammorbati, poteva ammettersi a un miracolo." Giuseppe Conti, storico fiorentino.

I vecchi libri raccontano


Il “coglione” e la vecchia bagascia


Un Machiavelli che non tutti conoscono, un momento di vita privata poco conosciuta... grande appassionato di prostitute e freguentatore assiduo di bordelli.

Leggi ora!

Camera di Lorenzo il Magnifico


Quando il signor Cosimo de' Medici fu diventato Duca di Firenze, gli cominciò ben tosto a parere stretta alla sua maestà la cosa di Via larga, e volle...

Leggi ora!

Veduta di Firenze, prima metà dell'Ottocento


Veduta panoramica prima della metà dell'Ottocento, anche un po' fantasiosa ma molto interessante

Leggi ora!

Dal Ponte Santa Trinita alla Barriera delle Cascine


L'antico Osservatora parla con un conoscente del nuovo quartiere che inizia dal ponte Santa Trinità fino a piazza Vittorio Veneto.

Leggi ora!

Visite guidate

Ciclo di lezioni per piccoli gruppi o individuali.
Ingresso gratuito ai possessori della "Card del Fiorentino".
Museo di San Marco. Visiteremo gli splendidi spazi architettonici del convento, delle celle e del...
Sarà un vero viaggio pieno di storia e profumi tra il Chiostro e la Farmacia.