12 Febbraio 2015 · 6263 Views

Giuseppe Conti racconta: Borgo la Croce

Giuseppe Conti racconta "Borgo la Croce"

Giuseppe Conti racconta

Bella ed elegante immagine del 1900/20 di Borgo la Croce, molta differenza rispetto a quella che è diventata negli ultimi anni, anche a scapito di una chiesa come Sant'Ambrogio, insomma fuori dalle mete turistiche poco intelligenti.

Ma come era questa via alla metà dell'ottocento? 
"Quivi erano alcune casette di povera gente, per le quali lo sterrato del vicolo teneva luogo di sala, e di qualche cosa di peggio. Di più c'era una concia, una fabbrica di candele di sego ed una stalla, dove si rimettevan le bufale in giorno di mercato. Passar da quel vicolo e non rimanere ammorbati, poteva ammettersi a un miracolo." Giuseppe Conti, storico fiorentino.

I vecchi libri raccontano


Lena, Nunzia e la sora capitale


Divertente chiacchierata tra due donne su chi è la sora capitale e quando porterà a ciascun fiorentino un vestito nuovo e pagherà anche i loro debiti. Ma...

Leggi ora!

Viale dei Colli, prima parte


Il viale de’ Colli da porta Romana al piazzale Galileo si chiama viale Machiavelli, dal piazzale Galileo al piazzale Michelangiolo, viale Galileo, e viale...

Leggi ora!

Il Farsettaio e sua figlia


Un episodio accaduto realmente i primi del mese di dicembre nel 1459, il colpevole di questo omicidio non venne mai trovato, il resto è solo fantasia

Leggi ora!

Giuseppe Conti racconta: i vecchi


"Oltrepassato Montedomini, in faccia alle mura c'erano giù in basso molti orti – detti di Granchio dal soprannome dell'ortolano...

Leggi ora!

Visite guidate

su interessanti quesiti e perchè ci sia un collegamento tra il segno del Cancro e San Giovanni...
Palazzo Vecchio, Camminamento di Ronda e Torre d'Arnolfo. Sconto ai possessori della tessera della...
Visita alchemica e filosofica per coprire quanto è rimasto di questa antica sapienza e come le sue...
Visita guidata al cimitero detto delle Porte Sante situato sul colle di San Miniato al Monte.