22 Marzo 2015 · 12340 Views

Baluardo della Serpe

Baluardo della Serpe

Venne avviata da Cosimo I, nel 1552 circa, la costruzione dei bastioni lungo tutta la cinta muraria della città, in corrispondenza degli angoli e dei suoi punti strategici: "il baluardo della Serpe" (sembra derivi dal soprannome dato ad un ufficiale responsabile per il suo pessimo carattere) proteggeva la riva destra dell'Arno a ovest, quello di San Gallo cingeva l'omonima porta, e il baluardo a' Tre Canti era situato nell'angolo tra gli odierni viale Gramsci e Mazzini; di questi bastioni non rimane traccia, poiché completamente smantellati nel corso dell'Ottocento. 
Rivelatasi insufficiente, la vecchia cerchia muraria trecentesca fu rafforzata con l'inserimento di due fortezze (fortezza da Basso o di San Giovanni Battista e fortezza di Belvedere o di Santa Maria) e di alcuni baluardi (a nord baluardo di San Gallo, baluardo a' Tre Canti e baluardo di Mongibello, a sud baluardo della Serpe). 

 

Baluardo della Serpe

Baluardo delle Serpe alle Cascine
Mappa del Buonsignori del 1584


Elisa Baciocchi, granduchessa di Toscana e futura Regina d’Etruria, impose precise disposizioni in merito al parco, e volle inoltre eliminare il Baluardo della Serpe e aprire (come già proposto dal Manetti) un largo viale che da Porta al Prato conducesse all’Arno, realizzando un accesso al parco; il progettista (probabilmente francese) formulò una sistemazione che prevedeva la sostituzione delle mura cittadine con “boulevard”e, alla entrata della città, un cancello delimitato da torrette neoclassiche che ospitavano il corpo di guardia: il progetto “Nouvelles Portes et Boulevards de Florence” del 1809 venne però realizzato solo in parte -dalla “Pianta della Città di Firenze” disegnata da Rosaspina nel 1836 si rileva la situazione urbanistica delle Cascine riconducibile al tempo dell’amministrazione di Elisa Baciocchi.
 
 

Torre della Serpe

Curiosità


Tettoia dei Pisani


Sulla Piazza della Signoria, di fronte a Palazzo Vecchio esisteva un gruppo informe di fabbricati, differenti sia per dimensioni che per altezza e tipo.

Leggi ora!

Corsa dei Barberi


Il palio dei barberi o corsa dei barberi era una gara ippica e una festa popolare in varie città, tra cui Roma, Firenze, Padova, Chieti, Pistoia (oggi...

Leggi ora!

L'Ulivo della Strega


Leggende che si rifanno agli albori del cristianesimo, quando attorno alla pianta venivano celebrate feste campestri in onore delle divinità silvane ancora...

Leggi ora!

L'Arco dei Pizzicotti


Nel 1823 l'edificio venne privato della porzione che inglobava la volta detta dei Pizzicotti.

Leggi ora!

Visite guidate

Ona, ona, ona ma che bella rificolona la mia l’è co’ fiocchi, la tua l’è co’ pidocchi...
Ingresso gratuito ai possessori della "Card del Fiorentino".
Oltre 750 opere per 720 anni di storia. La maggiore concentrazione di scultura monumentale...