Allegoria dell'Architettura

Allegoria dell'Architettura
Giambologna, 1565, Museo Nazionale del Bargello
 

Quest'opera d'arte rappresenta una figura femminile nuda, seduta su un elegante piedistallo progettato da Tribolo, e tiene tra le mani gli emblemi dell'arte architettonica. La scultura, leggermente più grande del formato reale, si distingue per la sua grazia plastica e la vivacità che trasmette.

Sebbene possa essere osservata una certa imitazione nella modellatura complessiva, che potrebbe far sorgere dubbi sulla sua attribuzione alla giovinezza dell'artista, essa brilla per la sua eleganza plastica, la facilità di esecuzione e la maestria impeccabile nella rappresentazione del corpo nudo, segno di una piena maturità artistica.

Le estremità della scultura sono lavorate con grande precisione, mentre la parte superiore del tronco appare modellata in modo morbido e solido. Il volto della figura è caratterizzato da lineamenti delicati e accurati. Questa scultura, nella sua semplice e severa classicità, è un esempio notevole dell'arte di Giambologna, dimostrando la straordinaria versatilità di questo artista, capace di produrre opere di grande varietà e qualità.

Altri articoli
Pulpito (Dettaglio). San Leonardo.
Pulpito (Dettaglio). San Leonardo.

Quest'opera evidenzia il riconoscibile stile dello sconosciuto scultore e l'architettura è ben conservata.

Primavera di Botticelli
Primavera di Botticelli

Primavera: la natura rinasce divina e armoniosa, una celebrazione con Grazie, Madonne, Venere e Santi, ritratta nell'arte di Botticelli.

La Cappella dei Principi
La Cappella dei Principi

Cappella dei Principi: Costruita da Brunelleschi, completata nel 1821 con cupola e affreschi, rappresenta il potere dei Medici.

Storie di Maria
Storie di Maria

Maria nel bassorilievo dell'Orcagna: la sua morte terrena e l'assunzione celeste, divise in una narrazione d'arte unica.