Arnolfo di Cambio, l'architetto del cambiamento

Quando saranno le prossime date?



Richiedi Informazioni

Quanto costa?


Il pagamento per questa visita è: Anticipato con carta di credito


 AdultiBambini
5-9 Anni
Ragazzi
10-17
Visita Guidata € 15.00 € 5.00 ( * ) € 8.00
Totale Singolo: € 15.00 € 5.00 € 8.00
( * ): 1 Gratis ogni Adulto Pagante

Costo Visita Guidata: 
15 euro a persona
8 euro ragazza/o da 10 a 17 anni

Costo Bambino/a da 5 a 9 Anni: 5 €
(Gratis: 1 per ogni adulto pagante)

Durata Visita:
1 ora e mezza

Luogo di ritrovo con la guida:
Attraverso email e sms.

La visita guidata sarà effettuata attenendosi alle regole imposte dal Governo per arginare l'epidemia del covid-19. Sarà obbligatorio portare la mascherina.
Gli auricolari saranno distribuiti perfettamente sanificati.

Arnolfo di Cambio: 
l’architetto del cambiamento

 
La Firenze in fin del XIII secolo non è solo quella dove Dante e Giotto iniziano a rivoluzionare il linguaggio artistico e letterario: un altro personaggio si muove in città, diventandone l’artefice del grande rinnovamento architettonico e urbanistico nel suo “secolo d’oro”. 
E’ 
Arnolfo di Cambio, un nome forse meno altisonante degli altri due artisti, ma certamente non meno grande e importante. Nato a Colle Val d’Elsa, e vissuto circa tra il 1245 e il 1302, Arnolfo, che era anche scultore, è colui che segue i più grandi progetti dell’epoca, e che tutt’ora costituiscono parte importante del tessuto urbano, nonché monumentale attorno cui è cresciuta la fama di Firenze, a partire dalla cinta muraria, che, iniziata nel 1284 e ultimata nel 1333, ha racchiuso la città fino a quando, nell’800, non fu in parte abbattuta e tramutata nei grandi viali di circonvallazioni.
 
 
Arnolfo di Cambio: l'architetto del cambiamento

 
E’ lui l’interprete principale dell’architettura “gotica fiorentina”, ovvero di quell’architettura che, nata laddove il legame con la classicità non si è mai spezzato, troppo gotica in realtà non lo sarà mai. 
A Firenze Arnolfo vanta due rappresentazioni in particolare, entrambe risalenti all’800, una dentro il
Duomo, e un’altra fuori. Quella in Duomo si trova in un medaglione di Ulisse Cambi (prima campata a sinistra); l’altra è una statua di Luigi Pampaloni, che fa compagnia a quella di Filippo Brunelleschi, entrambe posti in eterna ammirazione del loro operato sotto il Palazzo dei Canonici, in piazza Duomo. 
Ed è proprio da lì che il percorso e il viaggio nelle opere di Arnolfo vuole cominciare: ci si trova davanti alla Misericordia, per rimirare anche noi questo degno operato, per poi proseguire lungo la 
via dei Calzaiuoli e così fermarsi di fronte a Orsanmichele, sbucando poi in Piazza della Signoria, davanti al Palazzo dei Priori. Infine il tour terminerà in Piazza Santa Croce
 

Visite guidate

Una visita per scoprire la ragione possente della forza onirica che sprigiona questo luogo. La...
Gioco a squadre precostituite
Racconteremo storie di omicidi e di fantasmi che ancora oggi sembrano infestare molti palazzi.
alle terrazze esterne del Duomo per la "passeggiata" a trentadue metri di altezza per regalare agli...