Cenacolo di Andrea del Sarto e Museo di San Salvi

Quando saranno le prossime date?



Richiedi Informazioni

Quanto costa?


Il pagamento per questa visita è: Anticipato con carta di credito


La percentuale di sconto prevista in caso di prenotazione effettuata da un associato è del 40.00% sul compenso associazione Maggiori Informazioni
 AdultiBambini
5-9 Anni
Ragazzi
10-17
Compenso Associazione € 9.00 € 2.00 ( * ) € 4.00
Servizi Accessori
Guida € 6.00 € 3.00 (*) € 4.00
Totale Singolo: € 15.00 € 5.00 € 8.00
( * ): 1 Gratis ogni Adulto Pagante
(Escluso eventuale biglietto di ingresso o servizi aggiuntivi ove non indicato nei dettagli della visita)

Visita Guidata: 
15 euro a persona
8 euro ragazza/o da 10 a 17 anni

Costo Bambino/a da 5 a 9 Anni: 5 € a persona 
(Gratis: 1 per ogni adulto pagante)

Numero minimo di partecipanti: 5
Durata Visita:
90 minuti circa
Ingresso gratuito al Cenacolo
L'incontro con la guida:
sarà comunicato con email e sms

 
Cenacolo di Andrea del Sarto e Museo di San Salvi
Ingresso libero


Andrea del Sarto e il suo incredibile cenacolo in San Salvi. Per alcuni paragonabile, per importanza e bellezza alla famosa Ultima Cena di Leonardo da Vinci a Milano.
Il museo occupa gran parte di un antico convento dei Vallombrosani intitolato a San Salvi e prende il nome dal Cenacolo, un grande affresco raffigurante l'Ultima Cena, posto nel refettorio, opera di Andrea del Sarto, uno dei capolavori della pittura rinascimentale.
Nei vasti locali del convento sono collocati importanti dipinti della prima metà del Cinquecento, che documentano lo sviluppo della pittura fiorentina di quel periodo. Tra questi opere di Pontormo, Andrea del Sarto, Franciabigio, Raffaellino del Garbo, Giuliano Bugiardini, Bachiacca, suor Plautilla Nelli la prima pittrice donna Fiorentina.
Si segnala inoltre il Monumento funebre a San Giovanni Gualberto, fondatore dei vallombrosani, ordinato nel 1505 a Benedetto da Rovezzano e rimasto incompiuto.

 

Visite guidate

Una visita dedicata anche ai tanti fiorentini e non solo che “purtroppo” o per fortuna non...
alla Basilica di San Miniato al Monte, una delle Chiese più antiche della città con strie e...
“La Specola” fu aperta al pubblico nel 1775 ed è uno tra i più antichi e grandi musei...
In Toscana sono state censite 36 proprietà medicee tra ville e giardini, ma di queste solo 14 sono...