Storia del meretricio di stato

Numero minimo di partecipanti: 5
Durata Visita: 75/90 minuti circa
Il luogo dell'incontro verrà comunicato con email

Storia della meretrice di stato
Le "case chiuse" di cui parleremo non esistono più e perciò non è possibile visitarle.

“perché la storia di un popolo passa anche attraverso le lenzuola stropicciate di alcuni letti”.

Riviviamo insieme Firenze nella prima metà del 1900 quando in città si contavano circa venti case chiuse molte delle quali erano situate nel centro storico. Dal 1958 con la legge Merlin esse ovviamente non esistono più ma dove si trovavano? Andiamo a caccia di questi luoghi “proibiti” tramite gli indizi che la città stessa ci fornisce attraverso i nomi delle sue vie più e meno famose. Come erano organizzate le Accademie della dame e quale era il giorno in cui i postriboli erano più frequentati? Tanti nomi diversi per parlare della stessa attività!
Partiremo da S. Lorenzo da sempre ricordata per la presenza della prima Cattedrale della città nonché Pantheon della famiglia Medici e attraverseremo Via Tornabuoni oggi conosciuta come una delle vie più chic del centro cittadino che invece ci sorprenderà proprio in senso opposto!
La passeggiata insieme ci condurrà alla scoperta di molti nomi di letterati e poeti assidui frequentatori di Madame Saffo, maitresse del casino extralusso di Firenze. Anche qui, nella culla del Rinascimento, il “mestiere più antico del mondo” (è una leggenda questo modo di dire) è stato parte integrante del tessuto sociale della città!

 

Riflessi del Passato: Firenze e il Suo Affascinante Mistero Proibito
L'Arte e la Passione: Il Doppio Volto di Firenze

 

Il Lato Proibito di Firenze: Le Case Chiuse di ieri
Storia del meritricio di Stato
Richiedi Informazioni per questa visita
Codice Captcha

Non vedi l'immagine? clicca qui


Potrebbe interessarti anche...

Gita in barchetto sull'Arno
Osservatorio Ximeniano
Parco di Pratolino