18 Febbraio 2018 · 4116 Views

Parco delle Cascine, A. Dumas

Le Cascine in Souvenir de voyage en Italie.
di Alexander Dumas, padre

Alexander Dumas arrivò a Firenze nel 1840 e riparti nel 1842
 

Alexander Dumas (padre) 
(Villers-Cotterêts, 24 luglio 1802 – Puys, località di Dieppe, 5 dicembre 1870)
 
"Le Cascine sono il bosco di Boulogne di Firenze, meno la polvere e più la freschezza. Vi si arriva per la Porta al Prato (ed ora anche per la Barriera) seguendo uno spazioso viale, tutto piantato di bellissimi alberi. Al termine di questo viale, si trova un casino, davanti al quale si allarga un’area chiamata il Piazzone. (Su questo piazzone, da un lato, evvi ora anche il Tiro Nazionale). Quattro viali fanno capo a questa piazza e tracciano alle carrozze belle vie da percorrere, disposte in modo da togliere ogni impaccio alla loro circolazione. — Le Cascine formano due passeggiate; la passeggiata per l'estate e la passeggiata per l’inverno. L’estate si passeggia all'ombra, l’inverno al sole; l'estate al prato, l’inverno lungo l'Arno. — Il Prato è di una estensione in lunghezza di un terzo di lega ed in larghezza di più che cento passi, riparato da una parte da grandi alberi che intercettano interamente i raggi del sole.
Questi alberi, (che ornano, è necessario che io lo aggiunga, tutti i viali di questa passeggiata) si compongono di verdi quercie, di pini, di faggi coperti di enormi edere, e sono dei più belli che io abbia mai veduto, sia nelle foreste della Francia che dell’Alemagna. 
Questo prato serve anche alle corse dei cavalli ed alle manovre militari. Farò osservare che non si limita a questo soltanto la passeggiata delle Cascine, e che uno può mescersi alla folla, come andare a diporto in luoghi solitari se tale è il suo piacere.​"


 


Alexandre Dumas, Souvenir de voyage en Italie​, Bruxelles, Société Belge de Librairie, 1841​



 

Personaggi


Il Circo Gratta di Evaristo Caroli


QUANDO non dilagava la tv il divertimento dei fiorentini era il Circo Gratta.

Leggi ora!

Venditore di Pesce


Venditore di pesce da strada.

Leggi ora!

Beppa la Fioraia


Portava in testa un gran cappello di paglia, teneva in grembo un paniere di fiori, e il mondo la conosceva come Beppa la Fioraia.

Leggi ora!

Visite guidate

E’ la più grande tra le poche aree verdi che sono rimaste dentro le mura fiorentine, è...
Gli stucchi di Giovanni Martino Portogalli e gli affreschi di Matteo Bonechi, carichi di simboli e...
Quattordici nuovi locali per un itinerario ampliato con numerose opere mai viste dal grande...
Una passeggiata all'aria aperta alla scoperta di tutti i segreti di un vero e proprio museo a cielo...