07 Settembre 2016 · 6319 Views

Venditore di Pesce

Venditore di pesce

Pesciolini dell'Arno vivi !
Gridavano i mercanti ambulanti dei pesci di fiume, questi venditori s'incontravano per la città di Firenze nelle vicinanze dei mercati oppure andavano di porta in porta a proporre la loro merce, con a spalla le loro grosse zucche ripiene d'acqua nelle quali conservavano viva a lungo la loro mercanzia. I fornitori erano quegli stessi pescatori che poi li vendevano al mercato.

​ 
Il pesce appena arrivato veniva scaricato dalla Porticciola d'Arno, fin dall'epoca romana, situata su quello che oggi si chiama Lungarno Diaz, e portato al mercato del pesce che fino al 1568 era nella Piazza del Pesce su Lungarno Archibusieri di lato a via Por Santa Maria e distrutto, come dice Giuseppe Conti, da una piena dell'Arno qualche anno prima oppure per la costruzione del Corridoio Vasariano.

Per molti sembrerà strano ma il consumo di pesce a Firenze era molto alto praticamente da sempre, per questo venne costruita la Loggia del Pesce, ovviamente con due distinzioni: il pesce dell'Arno veniva venduto al mercato del pesce su lungarno Archibusieri ed era un alimento a buon prezzo, mentre il pesce salato, proveniente dal mare con chiatte incatramate, era per le tavole dei più ricchi. 
Nella antica Firenze uno dei luoghi più rinomati per la frittura del pesce era via delle Sette Botteghe, oggi scomparsa, e si accedeva da via Calimala: "I friggitori urlavano chiamando la gente, e la gente si affollava a comprar la cena che consisteva in frittelle di mela, in carciofi, in baccalà, pesci d'Arno e fiori di zucca a seconda della stagione. In quella località, il movimento dalle ventiquattro all'un'ora era grandissimo".  


Loggia del Pesce nel Mercato Vecchio, 1880
 
[...] di faccia la caratteristica e graziosa Loggia del Pesce costruita nel 1568 sul disegno di Giorgio Vasari per ordine del granduca Cosimo I che la fece edificare dopo che la terribile piena dell'anno innanzi aveva distrutta quella antichissima a piè del Ponte Vecchio nella via che poi si disse degli Archibusieri, ove fin dall'epoca romana si faceva il mercato del pesce. Firenze Vecchia, Giuseppe Conti, Firenze, 1889
 

Jan Van der Straet detto Giovanni Stradano o Stradanus 

Personaggi


Don Furno e la Badia.


Don Furno Checchi è stato uno degli esempi preclari per cui possiamo affermare che nella Chiesa fiorentina, insieme a indegnità di vario tipo, si è trovato...

Leggi ora!

La vita di Donatello


Donatello aveva la particolare capacità di infondere umanità e introspezione psicologica alle opere, spesso con accenti drammatici o di energia e vitalità...

Leggi ora!

Cosimo di Giovanni de' Medici detto il Vecchio


Amante delle arti, Cosimo investì gran parte del suo enorme patrimonio privato (dovuto all'oculatissima gestione del Banco di famiglia) per abbellire e...

Leggi ora!

Festa di Sant'Anna e Gualtieri di Brenne


La festa di Sant'Anna è una delle ricorrenze riconosciute dal Comune di Firenze e ancora oggi celebrata. La festa, molto conosciuta dai fiorentini.

Leggi ora!

Visite guidate

Vi racconteremo aneddoti di vari detenuti che hanno vissuto in queste carceri e ci hanno portato...
Un viaggio emozionante alla scoperta dei protagonisti dell‘Impressionismo francese.
A Certaldo nascono qui le due personalità più importanti di questa città: il poeta Giovanni...
La visita guidata consiste in una passeggiata per le più note vie del centro città con lo scopo...