23 Febbraio 2015 · 17135 Views

Girolamo Segato, Pietrificatore

GIROLAMO SEGATO
"Io che pietrifico le membra altrui, dovrò andare in putrefazione."


Girolamo Segato

Girolamo Segato di Gino Pieri​

GIROLAMO SEGATO (1792 - 1836). 
Belluno, Ist. Veneto di Arti Grafiche, 1936. Pubblicato a cura del Municipio di Belluno nel primo centenario della morte, questo omaggio a G. Segato ne ritrae la figura in tutte le manifestazioni della sua multiforme attivita'; famoso per aver scoperto la cosiddetta pietrificazione dei cadaveri, lo vediamo volta a volta naturalista e archeologo, geografo e chimico, esploratore e filologo, incisore, scienziato ed artista. Arricchito da 18 tavole fotografiche.

Girolamo Segato fu uno scienziato e ricercatore molto più simile ad un Indiana Jones ante-litteram che al classico scienziato in veste bianca e stetoscopio in tasca. Personaggio insofferente agli studi scientifici classici cominciò a viaggiare per il mondo. Non bisogna dimenticare che nel 1798 Napoleone, organizzando la grande spedizione in Egitto con al seguito i più brillanti geologi, archeologi e letterati del periodo aveva creato il brivido e la suggestione dell'oltretomba egizio, per il ritrovamento di molte mummie con un considerevole numero di anni. A questo fascino non si sottrasse ovviamente il nostro eroe che, raggiunta l'età per viaggiare partì per l'Egitto e li visse per diversi anni anche rischiando la vita con le tribù arabe che assaltavano le spedizioni che esploravano l'interno del paese. Rischiò la morte per essere stato morso da un serpente mentre riposava in una antichissima tomba egizia. 

 
Serie di reperti di Segato
 
Reperti di Girolamo Segato conservati al Museo Anatomico di Firenze
 
 
 
Dopo queste ed altre avventure tornò in Europa e decise di stabilirsi a Firenze, qui decide lasciare i panni di Indiana Jones e dedicarsi allo studio della pietrificazione. Diviene amico della famiglia Rossi e conobbe Isabella la donna che ricevette in regalo due pesciolini pietrificati col metodo da lui inventato(?) e in seguito due gocce de proprio sangue pietrificato. Le autorità mediche - sanitarie di Firenze ed i docenti di Anatomia gli negano qualsiasi aiuto per reperire materia da pietrificare giudicando i suoi studi contrari ad ogni etica professionale. Anche il clero è contro il Dr. Segato perché secondo il dogma "polvere sei e polvere ritornerai" gli nega qualsiasi appoggio.
Questi ostacoli non compromettono la sua fama e fra il 1832 e il 1836 paesi come la Francia, Russia e America richiedono i sui servigi ma lui sempre rifiuta dicendo "la mia seduttrice mi tien forte" alludendo alla Firenze della gente comune non certo quella dei politici. Morirà poverissimo e verrà sepolto nella chiesa di Santa Croce a Firenze portando con se il segreto della mummificazione. I suoi lavori vennero deposti nel Museo Fisiologico dell'Ospedale di S. Maria Nuova prima della sede definitiva nel Museo delle Scienze di Firenze. Sfortunatamente l'alluvione del 1966 si è portata via, insieme a le altre cose, la collezione Segato.

 
Girolamo Segato

Girolamo Segato in un disegno dell'800


"I, who am able to petrify other people's limbs, will have to rot."

The scientist who managed to petrify corpses, resurrecting the thrills and charms of ancient Egypt. To pay back those who considered him a charlatan, he took his secret with him into the grave.
Girolamo Segato was a scientist and researcher, much more similar to a forerunner of Indiana Jones than to the classic scientist wearing a white coat, with a stethoscope in his pocket. Since he didn't quite like classic scientific studies, he started travelling around the world... It shouldn't be forgotten that in 1798 Napoleon, while organizing the great Egyptian campaign with the most brilliant geologists, archaelogists and men of letters among his suite, had generated the thrills and charms of the Egyptian hereafter, by discovering many an ancient mummy. Our hero was fascinated, and as he was old enough to travel he left for Egypt, where he lived for several years, often risking his life when Arabian tribes attacked the expeditions which were visiting the inner country. He almost died when he was bitten by a poisonous snake while resting in an ancient Egyptian tomb. After these and other adventures he returned to Europe and decided to settle in Florence, casting off his "Indiana Jones" garments and devoting himself to the study of petrifaction. He made friends with the Rossi family and met Isabella, the woman he would later give two fishes, petrified by the method he had invented (?), as well as two petrified drops of blood - - his own blood (women will even want your blood!). The medical authorities and anatomy teachers in Florence would not help him find "materials" to petrify, as they considered his studies unethical. The clergy, too, was against Dr. Segato, as according to the dogma "Dust thou art, and dust thou wilt again be" no help could be given him. These obstacles did not hinder his becoming renowned, and such countries as France, Russia and America asked for his services. He always refused, though, declaring "my seducer holds me tight" - - referring to Florence, the city he loved, unrequited. He died in poverty, and was buried in the Santa Croce church, taking the secret of petrifaction/mummification with him. His works were taken to the Physiological Museum at the Santa Maria Nuova hospital, and later to the Florence Science Museum. Unfortunately, the Segato collection was swept away by the 1966 flood.

Personaggi


Giornalai e giornalisti


Carlo Collodi con la sua nota umoristica parla dei giornalisti del suo tempo. Troviamo le differenze con quelli di oggi.

Leggi ora!

Rucellai e il lichene


La tradizione vuole cheil mercante Alemanno detto poi Oricellaio, in viaggio nelle Isole Baleari, si fosse accorto per caso di come alcune piccole piante...

Leggi ora!

Arcangela Paladini, la Cantatrice della Serenissima


Un celebre personaggio femminile vissuto all'inizio del XVII secolo noto a pochi, che condivise con Artemisia Gentileschi il talento e l'amicizia, ma...

Leggi ora!

L'orrenda vendetta di Veronica


Dopo una vita di riscatto e di pentimento, Veronica morì, molto anziana, a Roma, a palazzo Salviati. Si dice che il suo spirito si aggiri inquieto nella...

Leggi ora!

Visite guidate

Vi proponiamo un tour diverso che vi farà vedere da una prospettiva del tutto nuova il cuore di...
La Galleria deve la sua vasta popolarità alla presenza di alcune sculture di Michelangelo: i...
Una visita divertente e interessante su un popolo così vivo nella nostra mente e amato tanto dai...
Un piccolo scrigno di una bellezza straordinaria che ci racconta la prestigiosa manifattura delle...