20 Novembre 2018 · 7070 Views

Cappella Strozzi

Cappella Strozzi
 

 

Nella seconda cappella, a destra dell'altare maggiore nella chiesa di Santa Maria Novella, è la tomba di Filippo Strozzi, di Benedetto da Majano (fig.1) , consistente in un'urna in marmo nero sotto un arco nello stile del Cinquecento; il gruppo soprastante in marmo bianco di Angeli adoranti la Vergine e il Bambino è disposto con la semplicità di un dipinto primitivo. Grande dolcezza di espressione e finitezza formano i pregi principali di questo monumento di Filippo Strozzi che innalzò il famoso palazzo Strozzi.
In questa cappella sono da vedere i celebri affreschi di
Filippino Lippi rappresentanti fatti della vita dei Santi Giovanni Evangelista e Filippo, affreschi ordinati nel 1487, compiuti nel 1502 e sciupati dai ritocchi. Nella volta, Adamo, Noè, Abramo e Giacobbe e, nelle pareti laterali, miracoli apocrifi dei due Santi. A sinistra, S. Giovanni che risuscita Drusiana (fig. 2), donna d'Efeso di santa vita, e sopra, il Santo nella caldaia d'olio bollente.
A destra, San Filippo che scaccia un dragone, adorato come Marte dagli abitanti di Jerapoli nella Frigia. Nella lunetta soprastante, San Filippo crocifisso dai sacerdoti del dragone.

 


Fig.1. Tomba di Filippo Strozzi, Benedetto da Maiano
 

Fig 2. Resurrezione di Drusiana




Il Restauro

 






 

Arte


Luigi Bechi, pittore


il suo esordio avvenne nella città natale nel 1861, quando, per i tre dipinti Michelangelo che veglia il servo Urbino morente, Susanna e Agar, ebbe un premio...

Leggi ora!

Giotto, imitatore della natura?


Basterebbe guardare soltanto al rapporto di misura tra le figure e l'ambiente, tra i personaggi del dramma sacro e le architetture, le piante, le montagne,...

Leggi ora!

Cristiano Banti


Banti volle che tutte le lettere a lui indirizzate nelle quali vi era testimonianza delle ristrettezze economiche degli artisti fossero distrutte alla sua...

Leggi ora!

La Fortezza di Botticelli


La Fortezza fa parte della serie delle tavole che costituivano le spalliere del banco del Tribunale di Mercatanzia raffiguranti le Virtú.

Leggi ora!

Visite guidate

Ona, ona, ona ma che bella rificolona la mia l’è co’ fiocchi, la tua l’è co’ pidocchi...
Tra religione, astronomia e panorami esclusivi, solo all'osservatorio Ximeniano
Ingresso gratuito ai possessori della "Card del Fiorentino".
Donatello ebbe la capacità di infondere umanità e introspezione psicologica alle opere.