26 Ottobre 2018 · 2041 Views

Cristiano Banti

Cristiano Banti
pittore figurativo di formazione accademica
 
 

Cristiano Banti
 

Cristiano Banti (1) pittore toscano, che non conseguì, purtroppo, una fama eguale al merito, risiede in Firenze, e nacque il 4 gennaio 1824 a Santa Croce sull'Arno. Fece i primi studi a Siena sotto il Nenci (2), e a quell'arte classica s'inspirò specialmente nel suo primo lavoro Galileo Galilei davanti alla Corte dell'Inquisizione (foto 1), che ottenne gran plauso e lo segnalò ben presto tra gli insigni pittori del suo tempo.
Ma, sdegnoso egli stesso d'ogni successo accademico, quantunque non ignorasse che, abbandonando quella via, si ritardava la fortuna e la celebrità, si ribellò alla sua prima maniera, e, venuto in Firenze, cercò vie nuove, disfece, in alcun modo, tutto il suo primo lavoro, per cercare inspirazione dalla sola realtà.
Difficile a contentarsi, fece molti quadri, ma pochi ne espose, e tra i pochi  il ritorno dalla pesca nel lago di Bientina, opera diligentissiina che rivelava il suo forte ingegno. Rappresenta cinque o sei pescatori che tornano frettolosi in città per vedere e dividersi la pesca fatta. Un altro quadro dei più felici che siano usciti dal pennello del Banti raffigura una ragazza che sdraiata sull'erba tira a sè un'anitra, che tenta invano svolazzare, starnazzando le ali. In un altro quadro del Banti che, comprato dalla Galleria Pisani in Firenze fu venduto quindi a caro prezzo ad un forestiero, raffigura una ragazza che, facendo la calza, tira leggermente il filo rimasto troppo teso pel ruzzare di un gatto col gomitolo (Foto 2). Nello studio del pittore Butter a Torino ammirasi un altro gioiello di questo brioso e delicato artista rappresentante una fanciulla la quale dà da mangiare ad un'anitra; ed ora il Banti sta ultimando un quadro intitolato Le Predone che son quelle donne, le quali corrono la campagna, rubando qua e là alla ventura ciò che viene loro tra mano.


(1) Cristiano Banti (Santa Croce sull'Arno, 4 gennaio 1824 – Montemurlo, 4 dicembre 1904) è stato un pittore figurativo di formazione accademica, esponente di spicco del movimento dei Macchiaioli toscani. (
Treccani)
(2) Francesco Nenci (Anghiari, 1782 – Siena, 1850) è stato un pittore specializzato in pitture a carattere storico.​ (Treccani)
 


 
Galileo Galilei davanti alla Corte dell'Inquisizione
Foto 1
 



Paesana Toscana
Foto 2




 
Targa in ricordo a Cristiano Banti, Santa Croce sull'Arno (Pisa)
 



 

Arte


La Tribuna e la Venere


Qui l'architettura, la scultura, la pittura destano nel cuore di chi ve ne ammira le produzioni una cosi dolce emozione di giubilo e di piacere, che è più...

Leggi ora!

Sant'Anna Metterza


La pala è menzionata per la prima volta nella chiesa fiorentina di Sant'Ambrogio, dove Vasari la vide nel 1568 e la assegnò a Masaccio. Verso il 1813 entrò...

Leggi ora!

Pala di Antonello da Messina


Dal 3 Novembre scorso, per quindici anni, sarà possibile ammirare agli Uffizi il trittico con la Madonna col Bambino, angeli e i Santi Giovanni e Benedetto...

Leggi ora!

Luigi Frullini, intagliatore


Luigi Frullini riscosse il primo successo nel 1861 all'Esposizione nazionale italiana di Firenze dove furono premiati due bassorilievi in giuggiolo per un...

Leggi ora!

Visite guidate

Le chiesine scomparse o quasi, quante sono sopravvissute a distruzioni, soppressioni,...
Vedremo come Leonardo abbia dedicato buona parte delle sue ricerche alle Interconnessioni tra tutti...
nei luoghi che hanno segnato la loro storia: dal quartiere mediceo, rinnovato da Cosimo il Vecchio...
Due visite guidate, la prima alla Galleria degli Uffizi e il giorno dopo Galleria Palatina a...