18 Agosto 2018 · 7005 Views

Venere dei Medici

Venere dei Medici
(Conservata nella Tribuna di Palazzo Pitti a Firenze)




Galleria Palatina, La Tribuna
 
La Venere Medicea forse è un'opera originale di Cleomene, figliuolo di Apollodoro ateniese, artista greco del III secolo av. C. L'iscrizione sul plinto fu ristaurala fedelmente dall'originale. Vuoisi rinvenuta a Roma nel portico d'Ottavia (o nella villa Adriana) e fu trasferita, nel 1678, dalla villa Medici in Roma a Firenze. Nel trasporto s'infranse e fu mestieri ricomporla con undici pezzi; sono moderni il braccio destro e il sinistro dal gomito, ambedue mal restaurati, troppo discosti dal corpo, perciò in posizione non naturale e affettata.
Le dita sottili, restaurate da Ercole Ferrata (1) nel 1677, contribuiscono a dare un'aria di affettazione all'attitudine generale e contrastano sfavorevolmente col piede leggiadro. Le orecchie sono perforate per i pendenti e la capigliatura era indorata in origine.
Questa Venere verginale sorgente dalla spuma del mare (Anadiomène), nella pienezza della gioventù e con la più perfetta bellezza del volto e delle nude forme corporee, appartiene alle più belle produzioni dell'arte scultoria, ma già sul confine del genere; l'espressione non è tenera né sorrìdente; la bocca ha una dolcezza inarrivabile e la fronte, col capo fortemente piegato a sinistra, in aria grave.


(1) Ferrata, Ercole. - Scultore (Pellio Inferiore, Como, 1610 - Roma 1686) (Treccani)

 



 

Arte


Botticelli e la Commedia di Dante


Cento disegni danteschi su pergamena furono commissionati a Sandro Botticelli, tra il 1480 e il 1495, da Lorenzo di Pierfrancesco de' Medici, detto il...

Leggi ora!

Giotto, imitatore della natura?


Basterebbe guardare soltanto al rapporto di misura tra le figure e l'ambiente, tra i personaggi del dramma sacro e le architetture, le piante, le montagne,...

Leggi ora!

Pulpito (Dettaglio). San Leonardo.


Nella piccola Chiesa di San Leonardo in Arcetri vi è lo stupendo pulpito detto "di Dante", da cui si dice abbia parlato il sommo poeta e anche il Boccaccio.

Leggi ora!

La Tribuna e la Venere


Qui l'architettura, la scultura, la pittura destano nel cuore di chi ve ne ammira le produzioni una cosi dolce emozione di giubilo e di piacere, che è più...

Leggi ora!

Visite guidate

Passeremo nei luoghi che hanno segnato il potere di questa illustra famiglia.
Tempio Maggiore Israelita di Firenze, e dopo andremo al ristorante kosher, se siete interessati.
Tra religione, astronomia e panorami esclusivi, solo all'osservatorio Ximeniano
Ingresso gratuito ai possessori della "Card del Fiorentino".