09 Novembre 2017 · 5907 Views

Armadio degli Argenti​, Alesso Baldovinetti

Armadio degli Argenti​
Beato Angelico, 1451 e il 1453, Museo Nazionale di San Marco di Firenze.

L’arte delle « Nozze di Canaan » (fìg. 1), del « Battesimo di Cristo » (fìg. 2) e della « Trasfigurazione » (fìg. 3), che sono appunto i tre quadretti riconosciuti opera di Alesso nella numerosa serie dell’Angelico, è l’arte di un giovane che non ha ancora trovato la sua via, che cerca di seguire, più da vicino che può, la maniera del maestro pur non riuscendo a nascondere con l’imitazione l’inesperienza del disegno e del colorito.
A prima vista essi somigliano moltissimo agli altri della medesima serie: eguale il cielo, eguale la rappresentazione della natura, eguali i panneggiamenti e il tipo delle figure; basta un esame un poco più attento per scoprire, attraverso l'influenza del maestro e gli errori propri dell'età, le tendenze e​ i caratteri di un artista diverso. La calma gentile delle persone che assistono al banchetto nelle nozze di Canaan in contrasto
così grazioso con la vivacità dei due fanciulli che servono a tavola, il paesaggio degli altri due quadretti non copia ma quasi svolgimento del tipo dell’Angelico, il nudo del Cristo nel Battesimo, già trattato con singolare maestria, sono i primi segni di un temperamento artistico che ben doveva creare lavori di singolare importanza. Lavori nei quali l’espressione religiosa dell’Angelico sorriderà sempre come sempre nella vita sorride il ricordo della giovinezza e dei primi studi; ed al suo primo maestro
Alesso ritornerà sempre col pensiero quando​ vorrà trovare esemplari di sovrumana bellezza, quando vorrà dare un Figlio divino alla più bella delle sue Madonne o disporre più santi ad adorare la Vergine in trono.
 
Figura 1

Nozze di Canaan

Figura 2

Battesimo

Figura 3

Trasfigurazione



Nozze di Cana, Battesimo e Trasfigurazione


 

Arte


Allegoria di Firenze che trionfa su Pisa


Rientrato a Firenze nel 1565, Giambologna venne incaricato di realizzare una scultura nell'ambito dei preparativi delle nozze tra Francesco I e Giovanna...

Leggi ora!

La scuola Toscana e i libri con figure in rame


All’aprirsi del Cinquecento l’arte italiana toscana profondeva i suoi tesori non solo nei volumi di carattere letterario.

Leggi ora!

Giovanni Fattori, pittore


Giovanni Fattori è considerato tra i maggiori pittori italiani dell'Ottocento e tra i principali esponenti del movimento dei Macchiaioli.

Leggi ora!

Palazzo Pitti: I Quattro Filosofi


I Quattro filosofi è un dipinto a olio su tavola (164x139 cm) di Pieter Paul Rubens, databile al 1611-1612 e conservato nella Galleria Palatina di Palazzo...

Leggi ora!

Visite guidate

APERTURA STRAORDINARIA. L'edificio fu trasformato in villa e gli "orti" lungo la collina di...
Meraviglie sono celate dietro l'austera facciata dell'imponente Palazzo Pitti!
Una lunga passeggiata a piedi adatta a tutti coloro che amano camminare, stare all'aria aperta ma...
Al Tempio Maggiore Israelita di Firenze. Dopo la visita come opzione vi consigliamo gli appetitosi...