23 Ottobre 2015 · 7297 Views

Palazzo Pitti: Madonna del Granduca

La Madonna del Granduca
 
La Madonna del Granduca è un olio su tavola di Raffaello Sanzio del 1504 ca, oggi esposta a Palazzo Pitti.
Il grande artista, ad un'età ormai indipendente, risiedette a Firenze soli quattro anni, dal 1504 al 1508; qui non ricevette mai commissioni pubbliche nonostante fosse stato raccomandato al gonfaloniere della repubblica fiorentina, il quale preferiva rivolgersi, invece, ad artisti autoctoni. In quegli anni in città si fronteggiavano le teorie artistiche dei due titani del rinascimento italiano: Leonardo da Vinci e Michelangelo Buonarroti. Raffaello seppe far tesoro di questa preziosa occasione e assorbì alcune influenze da entrambi e le fuse alle sue già eccellenti doti, creando uno stile originale e personalissimo, senza scadere in una sterile imitazione.
La committenza dell'opera è ignota, ma probabilmente essa fu realizzata per la devozione privata, date le contenute dimensioni e la semplicità del soggetto, eseguito durante il primo anno di soggiorno nel capoluogo toscano.
L'attuale appellativo, Madonna del Granduca, si deve all'acquisto della stessa alla fine del '700 da parte di Ferdinando III Asburgo Lorena, che dimostrò un particolare attaccamento al dipinto tanto che nel 1799, con l'intermezzo napoleonico, ne ordinò la spedizione a Vienna, luogo dove il granduca prese rifugio in quel periodo fino al 1814. L'opera, tornata a Firenze nell'anno seguente, fu sistemata nella camera da letto di Ferdinando, poi subì vari spostamenti tra Palazzo Pitti e gli Uffizi.
Il quadro raffigura la Vergine Maria in piedi, con il consueto manto azzurro e veste rossa, la dolce espressione del viso non indebolise la sua figura costruita con solidi volumi, i quali sono evidenziati dalla luce frontale in contrasto con il fondo scuro. La Madonna tiene in braccio un paffuto Gesù Bambino in torsione, il quale interagisce con la madre, poggiandole la mano sul petto, e con l'osservatore, volgendo a lui il tenerissimo sguardo. Tali peculiarità conferiscono all'opera un suggestivo carattere devozionale, armonizzando efficacemente la natura umana e divina dei due personaggi.

La Madonna del Granduca è un olio su tavola di Raffaello Sanzio del 1504 ca, oggi esposta a Palazzo Pitti.
Raffaello Sanzio,1504 circa, Galleria Palatina, Firenze​
 
 

Arte


Madonna del Magnificat di S. Botticelli


La forma circolare era tipica di opere appese nelle anticamere o nelle camere da letto, il che farebbe pensare a un'opera per la devozione privata.

Leggi ora!

Luigi Bechi, pittore


il suo esordio avvenne nella città natale nel 1861, quando, per i tre dipinti Michelangelo che veglia il servo Urbino morente, Susanna e Agar, ebbe un premio...

Leggi ora!

Armadio degli Argenti​, Alesso Baldovinetti


L’arte delle «Nozze di Canaan», del «Battesimo di Cristo» e della «Trasfigurazione», che sono appunto i tre quadretti riconosciuti opera di Alesso...

Leggi ora!

Acquasantiera dalla Collegiata di Empoli


La bella l'acquasantiera di marmo è del 1557 commissionata da Andrea di Alessandro Zuccherini a Battista di Donato Benti

Leggi ora!

Visite guidate

Al Tempio Maggiore Israelita di Firenze. Dopo la visita come opzione vi consigliamo gli appetitosi...
Nella zona collinare di Castello, visibile dalla sottostante zona di Rifredi, si erge una delle...
Il percorso farà scoprire i luoghi della città in cui Dante camminò e visse. Traccia dopo...
alla Basilica di San Miniato al Monte, una delle Chiese più antiche della città con strie e...