10 Ottobre 2015 · 16729 Views

La Madonna dell'Impannata di Raffaello

La Madonna dell'Impannata di Raffaello
 
Il dipinto è un olio su tavola di Raffaello Sanzio e aiuti, datato 1513-1524, oggi esposto all'interno della Galleria Palatina di Palazzo Pitti. L'opera, come riportato dal Vasari, fu commissionata dal ricco banchiere Bindo Altoviti e durante il periodo napoleonico fu trasferita a Parigi per poi fare ritorno in Italia nel 1815. Il quadro rappresenta una sacra conversazione con la Madonna che sta porgendo un paffuto Gesù Bambino all'anziana Santa Elisabetta, dietro alla quale si osserva una probabile Santa Caterina che vezzeggia Gesù con un gesto affettuoso e familiare. Nell'angolo inferiore di destra, in efficace e realistica posa, è posto un agile San Giovannino, unico personaggio rivolto verso l'osservatore. La disposizione delle figure ruota attorno a Gesù, perno focale della composizione. L'atmosfera intima del quadro è rafforzata dalla presenza sullo sfondo dell'impannata, tipico rivestimento per le finestre delle abitazioni private dell'epoca. Il vetro, essendo materiale prezioso e per questo destinato alle chiese, negli ambienti domestici era sostituito da teli impermeabilizzati da una sostanza a base di vischio. Tale presenza, così peculiare, dette il nome all'opera.​
 


La Madonna dell'Impannata è un dipinto a olio su tavola (158x125 cm) di Raffaello Sanzio con aiuti


© Marco Bartocci Guida Turistica per Firenze e provincia.

 

Arte


Giovanni Francesco Penni, pittore


È certissimo che aiutò Raffaello in alcune tra le principali imprese romane, alle Logge, alla Farnesina, ai cartoni degli arazzi, nella Stanza dell'Incendio...

Leggi ora!

Pietro Baldancoli, pittore


Quattordicenne, ebbe a subire l'amputazione del braccio destro per una ferita riportata alla mano con un fucile da caccia. Questo grave infortunio non lo...

Leggi ora!

Francesco Saverio Altamura, pittore


Altamura venne coinvolto nei moti rivoluzionari del maggio '48 e costretto a fuggire prima all'Aquila e poi a Firenze.

Leggi ora!

Beato Angelico


Fu Giorgio Vasari, ne Le vite ad aggiungere al suo nome l'aggettivo "Angelico".

Leggi ora!

Visite guidate

Gioco dedicato ai bambini di 6 -11 anni . Accompagnati dai genitori.
Ingresso gratuito ai possessori della "Card del Fiorentino".
Visita dedicata alle famiglie. Questa visita vi porterà alla scoperta di un popolo che affascina...
Le Cappelle Medicee fanno parte del complesso della Basilica di San Lorenzo, e costituiscono il...